Noi e il colore

Anche chi non è esperto di cromoterapia, sa, in modo conscio o inconscio, che il colore migliora la vita: le nostre giornate sono, infatti, influenzate dalla luce del sole, prima fonte unica di vita. Non a caso, in alcune culture, il sole è venerato come dio, per celebrare il potere della luce che non è solo vita sulla Terra, ma è fonte di colore, benessere e salute.Come definireste il colore? Bellezza, piacere, sensazione: la vibrazione che scaturisce tra luce e oscurità, un’energia che può cambiare la nostra percezione e il nostro equilibrio emozionale.

Per questo motivo, le nostre reazioni psicologiche e il nostro stato d’animo sono influenzati dai colori della casa, degli oggetti, dai colori dei vestiti che indossiamo, dal colore dei cibi che mangiamo. Esistono colori che infondono pace e benessere (il blu, il verde), colori che trasmettono una forte vitalità (l’arancione, il giallo, il bianco), colori dell’estroversione come il rosso.

Anche senza conoscere i principi della cromoterapia, molti di questi colori già rappresentano nella nostra cultura determinati tipi di personalità, sensazioni, comunicazione di valori sottintesi. I colori esprimono sensazioni e scatenano reazioni psicologiche diverse anche in relazione alla loro intensità, alla loro saturazione cromatica, alla combinazione. Non a caso sono ampiamente utilizzati nelle terapie di cromoterapia e nei test psicologici.

La percezione del colore può essere infatti oggettiva o soggettiva. In base alla nostra sensazione cromatica di un colore, la psicologia dei colori definisce il nostro temperamento o stato d’animo.

Qualche esempio? Prendiamo come esempio il giallo. Il giallo è il colore del giorno che inizia, che sprigiona nuova vitalità, è un colore in movimento che ci fa vivere proiettati verso il futuro. Chi ama o cerca il giallo, è proiettato verso nuove speranze, voglia di sperimentazione e cambiamento. Chi rifiuta il giallo dimostra di avere uno stato d’animo depresso e deluso, perdita di entusiasmo.

Anche l’arancione è il colore della socializzazione e dell’affermazione dell’Io. E’ il colore ideale dei centri di ritrovo, dei salotti, dei luoghi in cui si voglia stimolare l’estroversione e la comunicazione.

Il blu dona pace e serenità ma può anche irrigidire rendendo alcuni soggetti troppo introversi. Alcune tonalità di blu esprimono nostalgia e tristezza.

Basta allora affidarsi a un colore per dare nuovi tipi di energia alla propria vita? Bisogna piuttosto vivere il colore come fonte di energia e ricercare l’equilibrio tra luce e oscurità, relax ed energia, facendo attenzione all’accostamento dei colori di pareti, mobili, al tipo di illuminazione della casa, alla varietà dei colori nell’abbigliamento e in cucina.

Gli studi di cromoterapia evidenziano anche l’importanza dei colori del cibo. Il colore è vitamina, energia, contentezza. Una tavola o un cibo senza colore infondono inevitabile tristezza e senso di limitazione. La stessa fantasia è colore.

Potete mai pensare ad un progetto senza colorarlo in qualche modo? Ci sono mille motivi per migliorare la vita con il colore.

Seguite le vostre sensazioni e troverete la spiegazione profonda del vostro bisogno di colore.

GMR srl - viale Matteotti 6/h - 24050 Grassobbio (BG) - tel. 035 335188 - gmr@gmr.it - P.I. 01650140161 - Privacy policy
KICKOFF communication